Progetto

 

Vogliamo un mondo dove sia possibile per tutti andare

“liberi ecologicamente ovunque”

 

 

Il progetto “ccar-co2 for all – for world”, da leggere “concept car meno co2 per tutti e per il pianeta” consiste in un prodotto e in un servizio. Il prodotto è un veicolo a trazione elettrica,  omologato quadriciclo, a 2/4 posti, fuoristrada adattato per la guida anche da disabili.  Il servizio turistico e sociale consiste nel permettere, grazie alle peculiarità del veicolo, di rendere accessibili i siti e percorsi naturalistici a tutti, in particolar modo ai disabili. Con ccar-co2 si offre ad una fruizione facilitata un amplissimo ventaglio di luoghi e percorsi che oggi sono visitabili soltanto a piedi, a cavallo o con mountain-bike. Il veicolo non inquina acusticamente e grazie all’alta efficienza del motore elettrico si può configurare come mobilità dolce e sostenibile a bassa impronta di co2.

.

miursmall

.

Il progetto vede coinvolte scuole e partner della regione Umbria e prende avvio dal bando “MADE IN ITALY – UN MODELLO EDUCATIVO” indetto nel 2016 dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione, Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione) di cui riportiamo la presentazione

“Il Piano nazionale per la promozione della cultura del Made in Italy si prefigge di accompagnare la scuola italiana nella comprensione del Made in Italy ricercando le radici storiche, economiche, culturali e territoriali che fanno di questo marchio un unicum al mondo. Alla base della comprensione profonda della logica del suddetto Piano nazionale, si incardina la necessità di rendere visibile alla coscienza anche quello che solitamente dei prodotti non si riesce a vedere – la storia, le relazioni, le tradizioni – e che trasforma un semplice apprezzamento formale e istintivo di un oggetto in una conoscenza piena della cultura italiana nel suo complesso.
Questo processo conoscitivo si traduce in senso di appartenenza e familiarità che trasforma il distacco, di colui che conosce, in desiderio di tutela e valorizzazione. In tale ambito, si inserisce il Programma “Made in Italy – Un modello educativo” attraverso il quale si invitano le scuole alla formulazione di progetti originali e innovativi, con i quali si intendono proporre iniziative in grado di ricostruire e valorizzare le radici culturali del proprio territorio attraverso le arti, il cinema, il teatro, la musica, il design, la moda, l’artigianato locale, la cucina, i prodotti agroalimentari e audio-video, oltre le usuali e riconosciute categorie del marchio Made in Italy. Si chiede, inoltre, di potenziare il dialogo tra le scuole, nella propria regione così come sul territorio nazionale; il respiro europeo e internazionale è da considerarsi valore aggiunto ed elemento preferenziale delle proposte.”

 

Tutti i dettagli dell’avviso pubblico del “MADE IN ITALY” possono essere visualizzati a questo link.